Skip to content

OVS Industry: The Base Issue #3

21 ottobre 2010

OVS Industry (ex Oviesse) ha appena lanciato il suo terzo The Base Issue, catalogo di una capsule collection incentrata su pezzi base, abbinabili facilmente in svariati outfit.

L’oggetto di questo ultimo catalogo è la lana, più precisamente cashmere e merinos, declinata in colori e modelli diversi, dai classici girocollo per uomo, a scolli profondi e femminili per la donna.

I prezzi ovviamente non sono quelli delle grandi maison, ma sono decisamente più accessibili, dai circa € 40 per la lana merinos, ai € 60 – € 70 per il cashmere.

La collezione però non si ferma ai soli cardigan e maglie, ma continua con sciarpe, cappelli e guanti, negli stessi materiali e colori, preparandosi quindi all’inverno alle porte.

Concludo parlandovi di un’altra iniziativa del gruppo per questo autunno / inverno 2010, ovvero la collaborazione con l’ente benefico Save The Children. In tutti i negozi infatti sono presenti varie possibilità per fare delle donazioni al gruppo, tramite gift card o donazioni dirette. Tutte le informazioni le trovate comunque alla pagina http://ovs-savethechildren.it/progetto/

Per avere maggiori informazioni e parlare direttamente con un rappresentante di OVS potete comunque fare un salto sulla pagina Twitter o Facebook.

Annunci

Bamboo Pen & Touch

20 ottobre 2010

Arrivata giusto ieri sera. Ho come l’impressione che staccarmene anche solo per studiare sarà molto, ma molto difficile!

Review: Catrice London Forecast Weather

19 ottobre 2010

Prezzo: 2,50 €
Marca: Catrice
Tipo: smalto

Questo smalto (tanto per cambiare) non è stato una scelta voluta, bensì l’estro del momento, o souvenir che dir si voglia. Trovato a soli € 2,50 da Douglas a Berlino potevo lasciarlo lì? No di certo. Tanto più che è l’unico grigio che possiedo, quindi ero pure scusata!

Sinceramente non so se questa marca è venduta ovunque in Italia, finora l’ho trovata solo a Trieste da Coin, ma la scelta era veramente misera: 4 smalti buttati lì 😦 Proverò a fare un salto da Douglas nella mia città e vi farò sapere!

Passando allo smalto in sè eccovi lo swatch. Tenete conto che la fotografia è stata scattata con luce solare diretta, ma visto che era nuvolo il colore risulta leggermente più scuro:

Si tratta di una tonalità di grigio mediamente scura, con degli impercettibili riflessi blu, che risultano molto più marcati con la luce artificiale. La tipologia dello smalto è la crema, quindi non è neanche troppo lucido. In quanto a copertura è veramente ottimo: l’effetto in fotografia è stato raggiunto con un’unica passata!

Dello stesso marchio ho comprato anche un color corallo, che recensirò in seguito!

English version

 

Chanel Les Khakis: alternative cheap

18 ottobre 2010

Come al solito, anche quest’anno la collezione smalti di Chanel (Les Khakis) ha dettato legge, e si iniziano già a vedere colori molto simili nelle collezioni autunnali di altri marchi. Scorrendo vari blog dedicati al makeup ieri, ho trovato due collezioni che presentano delle alternative cheap veramente carine, da parte di Models Own ed Essie.

Come potete vedere dall’immagine, i primi tre colori (da destra) nella prima fila (Grace Green, Becca’s Brown e Purple Ash) sono veramente molto molto simili a quelli di Chanel, e secondo la mia opinione personale anche molto più carini. Non sono una grande fan del color fango a dirla tutta.

Per quanto riguarda il prezzo è abbastanza basso: £ 5 (circa € 5,70) l’uno, con sconti comprando almeno 3 o 5 smalti. Sinceramente non so dirvi in quali negozi sia venduto questo marchio in Italia, ma il sito ufficiale spedisce internazionalmente.

Essie propone invece una collezione quasi perfetta per questo autunno, contenente marroni, grigi e rossi. Le alternative cheap a Chanel in questo caso sono In stitches, Sew Psyched e Little Brown Dress. Il prezzo qui è quasi lo stesso, $ 8, che equivalgono circa a € 5,75. L’unico problema qui è il fatto che si tratti di un marchio americano, alzando quindi il prezzo di entrata in Italia a causa di tasse doganali. Per quanto riguarda i rivenditori diretti invece si tratta per lo più di centri estetici, quindi il prezzo può variare.

Ad ogni modo direi che lo scarto di prezzo è veramente alto, soprattutto considerando che essendo andati a ruba ormai, gli smalti Chanel si trovano solo da venditori privati, con prezzi che negli USA sfiorano anche i $ 50 a boccetta!

English Version

CucumPear’s Giveaway

15 ottobre 2010

Vedete tutti questi smalti ed accessori qui sopra? Bene, avete l’occasione di vincerli! Sono infatti il premio del giveaway di CucumPear, spesso nominata qui per le sue splendide nailart. Più precisamente i premi sono questi:

  • Hello Kitty lip balm al gusto di fragola
  • Eyeko tote
  • Eyeko Line and Shine Duo Colour Pencil in Electric Purple/Plum
  • essence nail art glitter 06 glitter it!
  • essence denim wanted! LE, tutti e 5 i colori
  • essence matt top coat
  • essence multi dimension 53 all access (discontinued)
  • essence colour&go 11 so glamourous
  • essence colour&go 40 absolutely stylish
  • s-he 375
  • s-he 464
  • s-he 466
  • s-he 467
  • Catrice Ultimate Nail Lacquer 240 Sold Out For Ever
  • Catrice Ultimate Nail Lacquer 250 I Sea You!
  • Eyeko Indigo Polish
  • Eyeko Tea Rose Polish

Per partecipare fate clic QUI.

 

China Glaze Vintage Vixen

15 ottobre 2010

Dopo le proposte di Zoya, ecco anche quelle di China Glaze. Vintage Vixen è la collezione autunnale, che contiene 12 smalti che riprendono le tinte sofisticate degli anni 40. I set sono due, e contengono sia smalti glitterati, sia smalti lucidi.

Cat’s meow” è il set più diversificato cromaticamente, e comprende (da sinistra a destra):

  • Goin’ my way, marrone con effetto metallizzato color bronzo
  • Riveter rouge, rosso
  • Classic camel, rivisitazione del color cammello taupe dell’anno scorso, ma con microglitter dorati
  • Emerald Fitzgerald, verde acqua effetto metallizzato
  • Midnight mission, blu navy scuro metallizzato, con microglitter argento
  • First class ticket, viola scuro metallizzato effetto lucido

Hotsy Totsy” è il secondo set, con colori più sobri, e contiene:

  • Jitterbug, grigio cromato con microglitter argento
  • Bogie, prugna metallizzato
  • Hey doll, rosa scuro metallizzato
  • Foxy, rosso borgogna metallizzato
  • Ingrid, beige taupe simile al Particùlere di Chanel, ma con microglitter bronzo
  • Swing baby, come Ingrid, ma metallizzato e con microglitter più chiari

La collezione è in vendita negli USA da luglio, e da un paio di mesi anche in Europa. Gli swatch migliori li ho trovati su All Laquered Up: Cat’s Meow / Hotsy Totsy.

Io mi sono innamorata di Midnight Mission e Bogie, voi?

Review: Ombretto Kiko 68

15 ottobre 2010

Prezzo: 2 €
Produttore: Kiko Cosmetics
Categoria: ombretto compatto

Questo ombretto ha tanti pro quanti contro.

Partiamo intanto dal colore: il nome è “Bianco perlato glitter” e si tratta si una scelta azzeccata, sulla quale non c’è molto da aggiungere. Il prezzo poi come vedete è veramente irrisorio. Vediamolo ora più nel dettaglio, con gli swatch (cliccando potete vedere l’immagine più grande):

Come dicevo poco fa ci sono tanti pro quanti contro, più che altro relativamente al metodo di applicazione. Avendo la pelle abbastanza grassa tendenzialmente uso gli ombretti asciutti, dopo aver applicato la base (per la precisione il primer occhi di Elf, recensito qui), con un pennello, sempre di Kiko. Con questo ombretto mi è impossibile, perchè come vedete dallo swatch il colore praticamente non si vede. C’è da dire poi, che anche utilizzando una quantità maggiore di prodotto, non si vede miglioramento, perchè i glitter si sparpagliano sulla faccia, creando non pochi problemi.

Applicandolo con le dita si ottiene un risultato migliore, ma solo leggermente.

Con un’applicazione bagnata invece tutto cambia: il colore è veramente pigmentato (come dovrebbe essere peraltro, visto che questa linea è indicata come “ad alta pigmentazione”) e l’effetto perlato è dà riflessi molto particolari e visibilissimi. In sostanza si ottiene l’effetto di un ombretto in crema, ma senza le conseguenze di antiestetiche righe di colore sulla piega della palpebra. Per contro però è veramente difficile da sfumare con altri colori, perchè il tratto è molto netto.

Solitamente proprio per questa ragione io lo trovo ottimo da utilizzare con un pennellino da eyeliner, per illuminare la linea inferiore delle ciglia, oppure come base per il classico trucco alla Edie Sedgwick, che non necessita grandi sfumature, ma anzi è decisamente marcato.

Devo dire che questi problemi mi hanno lasciata veramente stranita, perchè possiedo diversi colori di questa linea, e l’unico ad avere queste difficoltà di applicazione è questo bianco.

Vi lascio comunque i dettagli, nel caso qualcuna fosse interessata:

English Version Here

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: