Skip to content

Dove stiamo andando a finire?

9 aprile 2010

Prendo spunto dalla Dufresne (della quale è il primo video qui sotto), per una notizia che mi ha lasciata a dir poco allibita.

C’è questa ragazza, tale Silvia Valerio, vent’anni, sedicente vergine, che ha da poco scritto un libro, nel quale a quanto pare offre se stessa da Ahmadinejad, attuale presidente iraniano.

Evito di addentrarmi in discorsi politici, per il semplice fatto che le poche nozioni che ho riguardo alla situazione iraniana derivano da qualche stralcio di tv, quotidiani e dai racconti della mia ex coinquilina, i cui genitori sono per l’appunto iraniani. Semplicemente non ho una sufficiente cognizione di causa, ecco tutto.

Guardatevi però questi due video, registrazioni del Chiambretti Night di qualche sera fa. Penso che dopo averli visti ulteriori commenti sarebbero veramente superflui. Cosa diavolo ha nella testa questa??

Giusto un paio di appunti:

  • che la signorina in questione abbia qualche vaga idea della situazione Iraniana?
  • con che diritto si è messa a criticare la trasmissione – “fa schifo” – e poi Jonathan?
  • andarsene in giro in occhiali scuri e cappellino è pari al velo?????

Bah.

Advertisements
31 commenti leave one →
  1. julesdufresne permalink
    9 aprile 2010 12:57

    Tra il mio post e il suo abbiamo raddoppiato la sua copertura mediatica nel giro di mezz’ora scarsa.

    • 9 aprile 2010 13:10

      Se non altro non ci fa una bella figura, e più persone possono rendersi conto delle stupidaggini che ha detto, per di più in una rete nazionale..

  2. vipero permalink
    9 aprile 2010 13:15

    io lo ribadisco anche qui: con due gambe così, davvero conta cos’ha in testa?

  3. julesdufresne permalink
    9 aprile 2010 13:27

    Vipero, su, piantala di fare quello che “basta che respirino”, altrimenti ti segnalo a DaUomo come redattore freelance.

  4. 9 aprile 2010 13:42

    L ho vista quella puntata di Chiambretti, mi fa tanta paura la signorina in questione, perchè purtroppo non sa quello che dice, ne ha idea dela gravità dell argomento in questione. Secondo me la questione non sta propriamente nell argomento del libro, perchè chi va a scrivere su un argomento del genere può anche aver inventato una storia di pura fantasia, che poi al di la del libro lo scrittore non vuole conformare alla realtà. Ma se la signorina inzia a dire, al di fuori del libro, che questo dittatore non è assolutamente la persona di cui si parla e che le donne in quel paese hanno una situazione morale migliore della nostra, allora si faccia curare. Visto che quel tanto amato presidente dopo che le faccia ipoteticamente perdere la verginità, ordinerebbe di lapidarla, dato che in quel “Meraviglioso” paese se non sei piu vergine e non ancora sposata non sei considerata nemmeno una persona. Qualcuno le metta in testa che li se lo sognava di fare la scrittrice. Io sono convinta che tutti devono dire ciò che pensano, ma l’ idiozia non mi sta proprio bene

    • 9 aprile 2010 13:44

      E’ quello che le ha fatto notare anche Jonathan.. sembra convinta che il suo bel fisico le possa evitare un sacco di cose, ma non si rende conto che parla di un paese in cui la donna non è considerata affatto come da noi.
      Mi chiedo chi le abbia messo in testa certe idee..

  5. 9 aprile 2010 13:52

    Secondo me ha serii problemi mentali. Una mia carissima amica ed ex collega di universitá é riuscita ad uscire dall’Iran con una borsa di studio, da allora non ritorna a casa perché rischia il carcere in quanto attivista per i diritti del popolo iraniano, il suo fidanzato rimase a finire gli studi in Iran, solo che una bella mattina il regime lo prelevó mentre era a lezione all’universitá, incarceró, torturó e giustizió nel giro di mese.
    In Iran ogni giorno un sacco di giovani vengono prelevati dalle aule universitarie ed incarcerati, fermati e malmenati per strada dalle guardie del regime perché vestono all’occidentale o ascoltano musica rock, non possono navigare liberamente su internet o uscire liberamente per strada. Vorrei vedere se la signorina in questione si presentasse in Iran che ne sarebbe di lei.

    • 9 aprile 2010 13:55

      Pensa che i genitori della mia amica non possono tornare in Iran, altrimenti nonostante vivano qui da più di 20 anni (con tanto di doppia cittadinanza ecc) non potrebbero più uscirne.
      Da quel che ho capito dare le proprie prestazioni di lavoro all’estero è considerato tradimento al proprio stato. Stessa cosa accadrebbe a lei, in quanto studentessa di Medicina.
      Non sono neanche potuti andare a trovare i nonni, in un momento di difficoltà familiare.
      Che lei abbia nozione di queste cose? Non credo proprio.

  6. haila permalink
    9 aprile 2010 13:59

    Non voglio essere la “str***a” della situazione ma io ce la manderei a calci nel didietro la signorina in Iran e ce la lascerei…almeno eliminiamo una cerebrolesa.
    Non so se nessuno di voi ha mai letto “Colazione da Starbucks”,nonostante sia un libro con un happy-ending descrive benissimo la situazione che vivono le donne in quel paese…mi pare alquanto offensivo da parte sua dire certe cose quando ci sono persone che muoiono per avere una minima parte di quelle cose che a noi sembrano scontate.Rimango ogni giorno più basita:se gente così è il nostro futuro voglio morire ora.

    • 9 aprile 2010 14:15

      Ila ma hai ragionissima, altro che essere troppo cattiva nei suoi confronti, non sa di cosa parla!

  7. 9 aprile 2010 14:07

    Basta anche aver sfogliato Persepolis (o visto il film), io avevo letto “Rosa é il colore della Persia” della Vannuccini che spiega come sia sfumato il sogno di una democrazia islamica, ma forse dovremmo tradurli in latino, forse cosi la tipa in questione li leggerebbe

    • 9 aprile 2010 14:16

      Ma perchè, per te lo sa?
      Spara solo una serie infinita di clichè in latino, solo per darsi l’aria dell’acculturata. Vorrei sapere se effettivamente qualcosa ne sa.
      Lei e il suo latinorum, pesantissima.

  8. 9 aprile 2010 14:14

    Si questa l’ho conosciuta un pò di tempo fa tramite internet e ho subito linkato la notizia su facebook; incredibile e sconvolgente spero che non la invitino più da nessuna parte è un evidentissima manovra di marketing.

  9. vipero permalink
    9 aprile 2010 14:15

    jules, in effetti sono più esigente: basta che respirino e che abbiano due cosce così.

  10. 9 aprile 2010 14:52

    Ho visto le puntate del Chiambretti Night e l’ho “conosciuta” lì. Per me è un evidente mossa commerciale, è il blando tentativo di fare un pò di soldini e via.
    La cosa che ho subito notato di questa ragazza appena è entrata è il suo voler essere a tutti i costi “originale” e quindi distinguersi: il guanto di pizzo col fiore, il modo di parlare, l’offrire se stessa ad un feroce tiranno iraniano. C’è tutto: la stranezza ed il sesso, più mettici il fatto che è vergine – cosa che tira sempre più dell’offerta di sesso stesso – ed è fatta, la gente ascolta e si interessa. Due persone mi vengono in mente: Cicciolina che si offriva a Saddam e la Fico che offriva la sua verginità ad un ricco sceicco arabo. Aggiungo per chiudere che se fosse così convinta del suo insano proposito non avrebbe bisogno di portarsi dietro libri e foglietti dai quali attingere risorse. Sono contenta che Chiambretti si sia ribellato lanciandoli in aria, anche se a volte lo trovo un pò eccessivo.

  11. 9 aprile 2010 14:53

    una piccola miserabile 🙂
    detto tutto.

  12. 9 aprile 2010 15:11

    ah no, scusa. aggiungo.

    jonathan tendenzialmente non mi piace, ma stavolta ha tirato fuori le palle.
    e anche chiambretti fa bene ad ironizzare duro e trattare miss sfacciataggine come una decerebrata.

    è davvero un’invasata… io credo sia convinta di quello che dice, che non sia unicamente una mossa mediatica, ma anche un modo per dimostrare al mondo “ehi, ciao, ci sono anch’io che sono un’originalona e sono rrriot da morire”.

    probabilmente ha cominciato a vedere ahmadinejad al tg5 mentre mangiava la sua insalatina delle 20 e ha pensato “toh, io vorrei stare con questo qui. oddio come sono trasgressiva. e ho anche fatto il classico”.

    solo che non si scherza con la tirannia, con la gente che soffre, scappa, muore o è ripudiata.

    per cui, vipero, fammi un piacere: vai su redtube, sparati una sega a due mani e non permetterti di ironizzare su qualcosa che coinvolga il dolore di un popolo.

  13. vipero permalink
    9 aprile 2010 15:29

    fede, che io sia un segaiolo è notorio, prova ne è che bastano due belle gambe per farmi scatenare.

    L’ironia sulla tirannia però non puoi proprio appiopparmela.
    Se vuoi avercela con me, abbicela per altri motivi.

  14. 9 aprile 2010 15:33

    Ahmadinejad, secondo me, non è il mostro che vogliono farci credere in politica estera. Sul nucleare ha ragione lui: ha sempre rispettato gli accordi internazionali per cui, al di là di dichiarazioni roboanti che non significano nulla visto che finora nulla ha fatto, non si capisce perchè l’Iran non debba avere il suo arsenale come tanti altri stati, tra cui per esempio Israele che magari non farà proclami ma si comporta come sappiamo nella striscia di Gaza.

    A casa sua, invece, è un tiranno. Nega i diritti umani, fa sparire gli oppositori, manda l’esercito a sparare durante le manifestazioni.

    Per arrivare alla signorina, mi sembra che abbia avuto un rigurgito adolescenziale e si sia dovuta cercare un idolo che la rendesse il meno omologata possibile (se ha fatto il classico è difficile che stia dietro a Pattinson, perché noi che usciamo da quella scuola abbiamo una spocchia infinita!!), abbia pensato di scriverci su due o tre stupidaggini (pars destruens, pars construens… pfff) e abbia trovato qualche casa editrice che ha fiutato il “caso”. Ed eccola qui.

    Sono questi i fenomeni che noi dobbiamo ricacciare nella melma, e possiamo farlo soltanto ignorandoli, non parlando di loro, non dando loro alcuno spazio, cambiando canale quando il trash tenta di invadere la nostra casa. E’ la nostra unica difesa.

    • 9 aprile 2010 15:40

      Forse hai ragione..è che tante volte non si può fare a meno di mostrare che gente c’è in giro. O per lo meno, io non ci riesco!

      PS Non sapevo avessi fatto il classico! 🙂

      • 9 aprile 2010 15:42

        Lo so, la tentazione è forte e non ti biasimo per questo: guarda con Chiara Ferragni, all’inizio non ne volevo sapere ma adesso ne (s)parlo pure io! 😛

  15. 9 aprile 2010 20:03

    @vipero sarà noto che sei un segaiolo. a me lo è giusto dal tuo post prepuberale, visto che non ho la minima idea di chi tu sia. adieu 😉

  16. 9 aprile 2010 20:09

    un’azione di marketing patetica nella sua evidenza. ma dai,non si può dare importanza a gente del genere! l’unica cosa che possiamo fare è ignorarla e non darle ulteriore notorietà..in confronto a questa la ferragni è innocua!

  17. 10 aprile 2010 11:01

    Concordo sul classico, anche io ho fatto quella scuola e, nonostante la mia vocazione tecnica, la spocchiositá mi si é impressa nel DNA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: