Skip to content

Per campi

29 marzo 2010

Sempre caro mi fu quest’ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell’ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo; ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l’eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s’annega il pensier mio:
e il naufragar m’è dolce in questo mare.

G. Leopardi, “L’infinito”

Ho passato tutto ieri pomeriggio con questa poesia in mente, sentendomi al contempo un Virgilio de noialtri, mentre se ne girava per l’Italia scrivendo le Georgiche o le Bucoliche. Fare il liceo mi ha fatto male al cervello, altrochè!

Resta il fatto che sono poche le cose che riescono a rilassare in un pomeriggio di primavera (finalmente è iniziata!) come una passeggiata in un bel parco o in montagna. Ieri ad esempio eravamo al Parco delle Risorgive di Codroipo (UD), che di per sè non ha niente di che, soprattutto ora che la primavera è solo all’inizio. Dovrebbero esserci animali e uccelli di vari tipi, ma a dirvela tutta a parte uno scoiattolo 5 secondi non ne ho mai visto uno! Resta il fatto che si tratta di un posto decisamente rilassante, nonostante le famigliole coi bambini strillanti che si possono incontrare. (o i vecchietti che si imboscano per far pipì =_=”)

Se non fosse che ho un moroso quasi totalmente avverso alla lettura, quasi quasi la prossima volta mi porterei un plaid e un bel libro, sapete che relax? Alla fin fine comunque lui può anche dormire.. Mi sa che il pensierino è da fare!

Se siete di queste parti ad ogni modo è un posto che vi consiglio, se non per il relax almeno per l’aria pura. So che sembro un’ecologista convinta (che non sono), ma vi assicuro che è stata una boccata d’ossigeno dopo una settimana a Pordenone con i livelli di polveri sottili alle stelle..

Advertisements
6 commenti leave one →
  1. Sanasun permalink
    29 marzo 2010 14:00

    Che bellezza *_* sarebbe bello avere un posto così vicino a casa! Per fortuna condivido la passione per la lettura col mio uomo, quindi sarebbe anche bello leggere insieme 🙂

  2. 29 marzo 2010 14:51

    belle queste foto bucoliche, anche io quando mi aggiro per i colli marchigiani ,i quali hanno ispirato il mio conterraneo, mi sento immersa nell'”erbal fiume silente” e tutto passa in secondo piano.
    Però devo dirti che per me non sono inguardabili i calzini, anzi mi aggradano assai, di tutti i tipi e di tutti i generi e cerco di abbinarli con tutte le scarpe che ho.
    Buona giornata e buone passeggiate.

    • 29 marzo 2010 15:00

      Questione di gusti 🙂
      Io ormai sono abituata a collegare calzini e scarpe aperte con i tedeschi che vengono in vacanza qui ^_^
      Buona giornata anche a te!

  3. 29 marzo 2010 16:02

    Leopardi… wow *.*
    Io sabato pomeriggio sono andata in un posto in campagna.. che pace…fantastico! *.*

    • 29 marzo 2010 16:19

      Ogni tanto uno stacco, anche solo per un pomeriggio, credo sia veramente necessario, soprattutto se si abita in città!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: