Skip to content

Fra un po’ si accoltellano

28 gennaio 2010

Ultimamente non capisco più cosa passa per la testa della gente.

Vedo faide ovunque: compagni di classe che si sparlano dietro se hanno ricevuto voti diversi, sfide tra blog quasi della serie “io ce l’ho più lungo!”, schieramenti inutili di gente che non c’entra niente.

Partiamo dai blog. Innanzitutto una professione di colpa: ammetto che con questo post, ho aiutato anch’io a fomentare una situazione già traballante di suo, perchè pur non essendo riferito ad un blogger in particolare, a chi mi conosce era evidente il riferimento. E da qui il macello che ne è venuto.. cose che non vedevo tra blog probabilmente da quando avevo 16-17 anni. Ciò significa 5 anni fa, che per internet sono un sacco di tempo.

Ci sono state bassezze che mi hanno lasciata a bocca aperta, come parlare su blog pubblici di fatti raccontati solo in blog privati, o dare il nome e cognome di altri blogger, usando termine che definire volgari è ben poco. A che punto stiamo arrivando? Sembra essersi perso di vista che dietro ad un nome ed un avatar ci sia una persona vera.

Per non parlare poi di Facebook. Amici dall’infanzia che si sputtanano in litigi stile forum su commenti visibili a tutti, senza rendersi conto che in tutto ciò mettono in mezzo persone che i fatti vogliono tenerseli per loro. Ho addirittura letto un litigio sulla pagina di un mio amico che non c’entrava niente, solo perchè altri due avevano iniziato a litigare tra di loro da un link che aveva (incautamente a questo punto) condiviso.

Mi sorge il dubbio ora: perchè tutto questo astio in un solo periodo? Sarà lo stress da esami? Il freddo? La luna? Proprio non capisco.

2 commenti leave one →
  1. Prisca permalink
    28 gennaio 2010 17:08

    Sono d’accordo su tutto. In questi casi, si raggiunge un livello talmente basso, che l’unica è “fare un passo indietro” per me…e lasciare che certi personaggi continuino tranquillamente a mostrarsi per quello che sono :S

    • 28 gennaio 2010 17:14

      Mi sa che è l’unica. Anche se in via di principio queste cose mi fanno una rabbia tremenda e volerebbero parole piuttosto pesanti, anche se ovviamente non volgari come quelle che sono già state usate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: