Skip to content

La Ferragni e l’idolatria ingiustificata

8 gennaio 2010


DISCLAIMER: il post seguente non si riferisce a nessuno in particolare, sono solo considerazioni generiche. Se vi sentite prese/i in causa è solo perchè avete la coda di paglia. Ergo, moderate i commenti, che non voglio insultare proprio nessuno.

Se navigate spesso i blog e vi interessate un pochino di moda saprete sicuramente chi è lei: Chiara Ferragni, la fashion blogger più amata e allo stesso odiata nel panorama italiano. Nata su Flickr sulla scia della blogger francesi (tipo Pandora e Betty), ha poi conquistato il pubblico straniero con Lookbook, e più recentemente con un suo blog personale.

E’ una bella ragazza e si sa vestire (forse anche grazie ai soldini che le permettono di comprarsi le ultime uscite dei vari stilisti?) ma le controversie su di lei sono sempre più accese. E’ una vera fashion icon? Perchè si dichiara fotografa invece che modella? E soprattutto, perchè è idolatrata così tanto?

Sui primi due punti lascio a voi la decisione, non voglio sparare giudizi su di lei e immergermi nella lotta tra fans e haters, quello che mi interessa è piuttosto l’ultima domanda. (anche se magari in un prossimo post si potrebbe discutere anche di questo)

Penso che il punto di inizio debba ricercarsi nel perchè piace tanto. Qualche idea ce l’avrei.. E’ bionda, magra, può permettersi di comprarsi quello che le va senza preoccuparsi dei soldi, e ha un ragazzo che la segue in tutto ciò che fa. L’invidia nasce spontanea credo. Ma da qui all’idolatrarla..

Il fenomeno delle “Ferragnine” (mi concedete di coniare un nuovo termine? ^_^) è in costante espansione: ragazzine che postano ogni giorni foto dei loro outfit (magari corredate da improbabili descrizioni in inglese maccheronico), mettono in mostra quello che hanno fino all’ultimo orecchino, immortalandosi ovviamente con l’immancabile Nikon D3000. Perchè diciamocelo, che fashion icon sei senza una reflex? All’accusa dei veri fotografi di Flickr rispondono con l’immancabile “Non è vero che la uso solo in automatico, sto imparando perchè voglio diventare una vera fotografa.”

Ormai è come se la reflex fosse diventata l’ultimo oggetto di culto per le fashion victim, al pari del Blackberry e delle It -bag del momento, Balenciaga in testa. Non dico che non possano comprarla, ognuno è libero di fare quel che vuole, ma non vi par strano che negli ultimi mesi il suo uso si sia alzato così drasticamente, e quasi esclusivamente in quell’ambito di fotografie? Il dubbio rimane.

Quello che mi dispiace di più è che queste ragazzine sono quasi tutte molto giovani e che i soldi che sperperano sono quelli dei genitori.. forse un confronto con la realtà farebbe bene a tutte quante.

Foto (c) Chiara Ferragni

98 commenti leave one →
  1. 8 gennaio 2010 13:16

    io mi astengo ne ho parlato fin troppo!
    comunque brava la marlborina!

  2. Candies permalink
    8 gennaio 2010 13:45

    ma non vedo perchè invidiarla o adorarla…in certe foto ha anche abbinamenti (diciamocelo pure)che non c’azzeccano nulla….
    puoi avere tutti i soldi che vuoi ma lo stile è saper abbinare le cose e le cose si possono abbinare bene anche se coztano 5€ e le compri al mercato.
    vabbè logicamente non sarai stilosa come se compri cose da 1000€ pero’, a mio parere, è il saper abbinare che conta.
    …lei, da quel poco che ho visto, non ce l’ha.
    il buon gusto nel vestire non si determina dai soldi.
    tutti continuano a dire che è bella…io sta bellezza non la vedo è una ragazza bionda…tinta…magra…con un viso che non mi dice niente…e fa quelle facce che non ho idea di cosa voglia trasmettere….
    non sapevo che per diventare fotografa devo farmi fotografare dagli altri e fosse cosi’ semplice imparare….provvedero’.

    • 8 gennaio 2010 14:01

      La pensiamo allo stesso modo, totalmente. Come bellezza può piacere o meno, quello è questione di gusti, ma saper abbinare vari capi d’abbigliamento è tutto un altro discorso, che non dipende dai soldi o da quante fotografie ti fai fare.

      A me personalmente a volte piace, ma tante altre la trovo più poser che altro.

      Quello che continua dopo anni a lasciarmi perplessa è come possano tutti considerarla un idolo, finendo a copiarla in tutto ciò che fa..

      • Candies permalink
        8 gennaio 2010 14:14

        non ne ho idea. la gente è strana.

  3. Marta permalink
    8 gennaio 2010 14:01

    Premetto che ho seguito e seguo tutt’ora Chiara, ma non perchè sia una fashion icon o la ammiri particolarmente. E’ un caso sociologico da seguire con molta attenzione, specie per una che fa il lavoro che faccio io.

    Chiara è un modello stilisticamente molto semplice da apprezzare, in fondo non offre niente di speciale: mischia marche estremamente cheap a pezzi firmati, abbina i colori secondo le regole base, sceglie uno stile e butta l’intero outfit su quello, non osa mai spezzare le linee guida. Come facciamo tutte, del resto. Non è strano che piaccia, propone alternative a qualcosa che la maggior parte di noi già mastica quotidianamente. Lei non propone, aggiunge.

    Il motivo vero per cui fa tendenza (e questo mi fa accapponare la pelle) è il modello di vita che rifila ai suoi lettori. Frequenta un’università pretenziosamente d’élite, abita con l’amico del cuore in pieno centro a Milano, ha un’amica che si ammazzerebbe per lei, è seguita da uno stuolo di amici gay (molto trendy), trascorre serate in una città che non è la sua ma che vende come tale a chi se la beve, svende un fidanzato belloccio (nemmeno lui di Milano) che si presta a dimostrare pubblicamente il suo amore. Il tutto viene fotografato, quindi esiste, è avvenuto. Ho realmente le borse Chanel, guarda, c’è una foto che lo dimostra. Sono andata davvero nella discoteca più fica ieri sera, guarda le foto. Il mio ragazzo mi ama, non lo vedi da queste foto?

    Non importa quanto siano artefatte, quanto le cose che indossa siano prestate o false, quanto pesante sia la borsa che contiene le scarpe col tacco 12 per fare la foto (così posso andare in giro con le ballerine – e ci credo, poverina!) o quanto freddo possa prendere, la sua vita è un set, un palcoscenico, fare l’attrice protagonista è il suo lavoro. E’ un diamante quindici carati che si circonda di piccoli brillanti, che ne esaltino la bellezza e il carisma ma che non creino troppo divario, esteticamente e socialmente.

    Non c’è niente di autentico, mai una sbavatura di trucco dal troppo ridere (o piangere), un capello fuori posto mosso dal vento, un occhio spento di chi ha sonno, è ubriaco, ha dormito poco la notte prima. Un cavolo di brufolino da troppo cioccolato, una scarpa impolverata di chi si è fatto chilometri a piedi. Niente. E’ tutto perfetto, nella (falsa) vita di Chiara.

    Io me la vedo, ‘sta povera ragazza, svegliarsi al mattino, staccare la reflex dal caricabatterie, aprire l’armadio e scegliere che maschera indossare. Ed è così convincente, alla fine, che frega tutti, sé stessa compresa. Spero solo che non si svegli mai.

    • 8 gennaio 2010 14:08

      Dimmina come sempre the best!

      Il tuo commento centra il punto centrale senza se nè ma. Quello che Chiara rappresenta è quello che tutte vorrebbero essere ma nessuna è davvero. La vita in stile pubblicità, perfetta senza una minima esitazione, un errore, niente.

      Credo che uno dei suoi punti di forza siano come hai detto tu gli amici. Uno legge il blog e si dice “cavolo, se si espongono tutti così per lei un motivo ci sarà.” E chi non vorrebbe una vita perfetta? Credo che almeno per un momento una punta d’invidia l’abbiamo avuta tutti quanti.

      Quello che mi chiedo ora è come faccia a stare sempre dietro allo stress di apparire perfetta.. Dopo un po’ non raggiunge il limite di sopportazione anche lei?

    • Candies permalink
      8 gennaio 2010 14:16

      bah gli amici la maggior parte sono falsi. vorranno stare anche loro sotto i riflettori penso…cmq è vero molte cose possono essere anche prestate ecc
      specie se non indossa mai la stessa cosa 2 volte (io nn la seguo e non lo so).
      cmq io mi romperei a farmi fotografare tutta la sera, diventa una mania e finisci per non viverti i momenti se ad ogni momento uno ti deve fare una foto e metterti in posa…come dici tu senza un capello fuori posto ecc quindi di pose si tratta!

      • 8 gennaio 2010 14:20

        Ah io pure! Credo che mi sentirei angosciata ogni mattina al risveglio! Già sento la pressione per il dover andare all’università o al lavoro.. Figuriamoci se poi dovessi farmi fotografare per tutta la giornata!

        Per qualche evento particolare ci sta, ma farlo sempre? No grazie.

    • Nicole permalink
      17 gennaio 2010 19:50

      tu sei meravigliosa! è vero hai centrato pienamente tutti i punti, e ammiro davvero le tue capacità espressive. Che lavoro fai, se posso?
      Sono felice di vedere che cè anche un’altra storia, anche una “critica” (nel senso di “esame circonstaziato dei fatti”) e non solo “woooo” “eeeeh” “aaaah”… è una specie di divinità sul suo blog, e nessun commento negativo o di critica, appunto, è ammesso.
      Criticare è valutare, impadronirsi, prendere possesso intellettuale, insomma stabilire un rapporto con la cosa criticata e farla propria… non necessariamente stroncare o demonizzare.
      grazie per questo intervento, davvero.

      • Marta permalink
        21 gennaio 2010 16:56

        Grazie Nicole!
        Faccio un lavoro che a parole è molto complesso da spiegare, ma a fatti è semplicissimo. Ci provo: nasco come grafica, ma ora mi occupo di dare una faccia ai contenuti che ne richiedono una, per diversi device (non solo internet, ma anche per TV e telefonini). Insomma, mi tocca stare al passo con le tendenze web e rendermi conto di cosa mi gravita intorno, per agire di conseguenza. Comincio dai social network e procedo con portali, negozi online e, infine, blog (che come immaginerai è la parte più vasta ma più divertente…).

        Mettiamola così: se domani si presentasse nel mio ufficio una ventenne e mi dicesse “voglio diventare la rivale di Chiara Ferragni”, saprei cosa consigliarle di fare🙂

    • 21 gennaio 2010 19:07

      Ora ho capito perfettamente cosa fai allora Marta!
      Ti chiederò un po’ di consigli per questo e love the look allora ^_^

    • Giuditta. permalink
      27 ottobre 2010 10:26

      Marta il tuo commento è quanto di più vero si possa dire sulla questione, non avrei saputo esprimermi meglio a riguardo.
      Conosci a fondo il fenomeno e ne fai un’analisi minuziosa ed esauriente sotto tutti i punti di vista.
      Mi stupisco che il tuo mestiere non sia scrivere perchè lo fai divinamente.
      Giuditta.

  4. 8 gennaio 2010 14:07

    Sto in Svezia dove i blogger ormai sono degli star/VIP. Ci stanno alcuni blog veramente belli ma ci stanno pure questi quache sono i piu letti(hanno piu di 600.000 views al giorno!!!!). Al confronto il blog di Chiara mi sembra molto molto bella.

    http://www.kissies.se/
    http://fokis.se/
    http://paow.se/
    http://kenzas.se/

    • 8 gennaio 2010 14:15

      Kenza sinceramente mi piace.. ma le altre?? Terrificanti! Platinate, lampadate e photoshoppate.. ORRORE!!!! O_O sono rimasta basita nel vederle. Se le svedesi seguono loro direi che siamo fortunati ad avere la Ferragni, che più di lanciare mode abbastanza banali, danni gravi non ne fa:/

  5. 8 gennaio 2010 14:25

    Da profana completa di Lookbook e Gossip Girl quale sono, contando anche che ho qualche annetto in più del “soggetto” che ho conosciuto esattamente adesso leggendo il tuo post, sono preoccupata da una cosa in particolare.

    Questa non è una maschera, né lei è una consumata attrice. Al massimo è un serial americano. Cosa c’è di italiano in lei? Abbinamenti carini, pose ammiccanti, situazioni patinate…ma che vita è? Non è la vita vera, questa. E lo dico da quasi-venticinquenne che lavora a Milano. Milano centro.

    Se ne vede qualcuna, di ragazza così, in metro, appoggiata in modo stilisticamente perfetto alle porte scorrevoli. Ma è finta. Davvero.

    Questa biondina dà un’immagine sbagliata della vita (milanese e non), che è tanto più pericolosa quando diventa il pane quotidiano di ragazzine già imbevute di serial e super-consumistiche immagini del mondo “adulto”.

    La sostanza, dov’è?
    Almeno prendesse la posa dell’intellettuale fashion che tiene Gogol nella Balenciaga, per dire😄

    Non vedo sostanza, non vedo personalità, non vedo niente se non vestiti che mi starebbero male a causa dei rotolini che quasi tutte abbiamo e che comunque non potrei comprarmi perché decisamente oltre il mio stipendio da web designer in un posto di lavoro milanese davvero RINOMATO (posto milanese davvero rinomato dove comunque ti fanno filare a co.co.pro.).

    Sono d’accordo con Marta: speriamo che non si svegli mai. Ma che lo facciano tutte quelle che pendono dalle labbra da un modello di “giovane donna” così insulso.

    • 8 gennaio 2010 14:32

      Ne parlavo anche con un’amica che frequenta la Bocconi, come lei. In quell’ambiente passa inosservata.. ha tanti bei vestiti ma non è che sia tanto meglio delle sue colleghe universitarie. E già questo dovrebbe farci pensare..

      Quello che dà è indubbiamente un esempio sbagliato su quella che è la ragazza in, perchè adesso che i soldi non sono i suoi se li può permettere, ma poi? In Italia sarà pieno di ragazzine che pretendono dai genitori quello che ha lei. Pretendono di essere perfette in ogni occasione, cosa impossibile, a meno che tu non sia una Barbie.
      Magari tante di loro smettono di mangiare pur di poter mettere gli stessi vestiti, che come ben dicevi a noi “ragazze normali coi rotolini” non starebbero mai bene.

      Spero che prima o poi riescano a svegliarsi.

      • 8 gennaio 2010 14:37

        magari fosse solo una questione di linea…questo è un “problema” che c’è sempre stato, da che mondo e mondo.

        qui secondo me si sta diffondendo tra le giovani/giovanissime (provate a guardare una foto di classe di una seconda superiore di adesso. poi andata a prendere quella della vostra classe e rabbrividite) un modello assolutamente superficiale di successo femminile.

        ricordiamoci che in questo caso “l’icona” che tanto si presenta sicura e realizzata in una vita patinata di telefilm è ancora una studentessa. Non ha neanche ancora iniziato ad affrontare il mondo. Vive con i soldi dei suoi e ha tanto tempo libero da dedicare a improvvisare set fotografici ovunque.

        Quando pubblicherà le foto del suo ufficio e della SUA casa, e comprerà tutto questo ben di Dio fashionista di tasca sua, allora inizierò ad invidiarla.

    • 8 gennaio 2010 14:40

      Ben detto, di nuovo!
      Apprezzerei molto di più una fashion blogger che comprasse le cose di tasca sua (come le blogger francesi, o melissa zino, italiana anche lei), perchè darebbe un’immagine reale, mostrerebbe a tutti che il suo stile se lo crea dell’inizio alla fine.

    • Marta permalink
      8 gennaio 2010 14:47

      Che poi, io che a Milano ci vivo da sempre, rimango perplessa. 10 Corso Como esce dalle mura spagnole come un negozio ultra rinomato e pieno di pezzi da novanta in fatto di moda. La Bocconi sembra un’università privata di grande fama mondiale. Brandy pare il posto più fashion-cheap del capoluogo lombardo.

      In realtà, evidentemente, ignora il reale parere dei milanesi autoctoni: 10 Corso Como è un negozio per esaltati, spesso lo prendiamo come gita della domenica per farsi due risate. A parte quattro persone col conto in banca senza fondo, nessuno prende sul serio quel posto, nemmeno Carla Sozzani in persona, che difatti ne ha fatto una specie di mostra, non un negozio. Oltretutto è sotto casa di Chiara, mi chiedo dove si spingano i suoi orizzonti, a questo punto.
      La Bocconi è l’università dei fancazzisti, quella che ti fa far soldi solo per il nome ma che, in fondo, ti espropria di qualunque possibilità di sostenere una conversazione sulla situazione mondiale. Brandy è il negozio dove si vestono le bambine delle scuole medie, sopra i 18 anni viene accuratamente evitato, qui.

      Chiariamoci, io stessa compro qualche maglietta da Brandy nonostante di anni ne abbia 24, esattamente come non sindaco sulla bocconi, perchè non l’ho frequentata e non so quanto si facciano il mazzo. Dico solo che è così che vengono visti dai veri milanesi i suoi centri d’interesse.

      E’ un clichè vivente, la nostra bionda. Peccato.

      • 8 gennaio 2010 14:54

        esattamente

      • Maya permalink
        9 gennaio 2010 14:23

        Ecco pure io sapevo questa cosa della Bocconi, solo che poi leggendo tutte queste cose il dubbio viene… ma è sparito di nuovo quando ho visto che è stata 2 mesi a Chicago, poi in Toscana e ora si appresta a dare “vari” esami (a suo dire)…

      • Giulia permalink
        10 marzo 2010 23:35

        mi fa sorridere che tu ti contraddica all’interno del tuo stesso commento. Io studio alla Bocconi e non solo non mi sento fancazzista: non la sono.Anzi.
        Non so come studi Chiara. Ma come dici tu stessa poco più sotto è meglio non sindacare su qualcosa che non si conosce.

        Se avessi un po’ di buon senso capiresti che i fancazzisti sono ovunque. Immagino, anche dove ti sei laureata tu. Ma questo non fa del tuo ateneo l’università dei fancazzisti. la mia è un’università estremamente seria, discriminata probabilmente solo perchè privata. Ancora non si capsice il perchè.

    • 8 gennaio 2010 14:53

      Punto centrato nuovamente Marta! Stessa cosa che mi diceva la mia amica bocconiana che ho citato prima.. Brandy è un negozio carino, ma ci trovi qualcosa ogni tanto niente di più (vedi il cappottino che sto editando per te!). Forse non essendo una “vera” milanese non se ne rende conto..

  6. 8 gennaio 2010 14:35

    Ciao a tutte, io personalmente “seguo” volentieri le vicende di chiara e mi piace il suo stile, semplicemente perchè un pò la invidio. Non pensate che sia una di quelle fichette tutte firmate o cose così, sono un’amante della moda, ma amo vestirmi con pochi euro al mercato, l’unico tallone d’achille borse e scarpe, se avessi i soldi vivrei con sole chanel, balenciaga o quant’altro, forse è per questo motivo che mi piace lo stile di chiara. ovviamente non sono fissata con lei e non tento di imitarla in nessun modo. mi piace leggere il suo blog e vedere le sue foto, ma sono contentissima della mia “umile” vita.

    • 8 gennaio 2010 14:38

      E’ quello di cui parlavo nel post.. ci sono lettrici intelligenti come te, che sanno distinguere la realtà dal web, che come anche me guardano il blog magari per qualche spunto, ma che non basano la propria vita sull’assomigliarle per forza.

      • 8 gennaio 2010 14:39

        anche perché, se posso aggiungere, va a finire che se sei una ragazza con una vita decente, normale e positiva rischi ancora di sentirti una sfigata se credi che la sua sia la vita che è auspicabile avere

      • 8 gennaio 2010 14:41

        Sai quante volte me lo son detta anch’io guardando certe sue foto? E dire che non vivo male! Certo che dà fastidio sudarsi sette camicie in ore e ore di lavoro per una sola borsa, che magari di euro ne costa massimo 100, e vedere qualcuno che ha tutto per dato, senza muovere un dito.

  7. 8 gennaio 2010 14:46

    La mia opinione la conosci … è una bella ragazza ma mi saltano i nervi quando si o la definiscono una bravissima fotografa … lasciamo lo spazio a chi lo è veramente! e poi sinceramente mi sembra una ragazza qualunque non capisco perchè tutta questa foga!

  8. haila permalink
    8 gennaio 2010 14:57

    All’inizio seguivo pure io Chiara,lo ammetto…adesso sta iventando il mio siparietto giornaliero per farmi due sane risate a leggere tutti i commenti di adorazione totale delle sue adepte pronte a difenderla a spada tratta se qualcuno osa solo dirle che lei è tutto meno che una fotografa.Non vedo cosa ci sia di male nel dire che lei è una fotomodella,nessuno la criticherebbe;forse farebbe più bella figura.
    Sfatiamo poi il mito del “se hai stile ti vesti bene anche con gli straccetti del mercato” perchè (e parlo con cognizione di causa visto che mi faccio il mazzo studiando moda e cucendo dalla mattina alla sera) sfido chiunque di voi a mettersi un vestito di H&M e dire che fa la stessa figura di uno di Valentino.
    Passando allo stuolo adorante di ragazzette che dimostrano di non avere un briciolo di personalità nemmeno sotto ai loro tacchi,bhè questo è un altro paio di maniche…che le ragazzine di oggi ormai siano cerebrolese è palese:chi di noi non lo sarebbe se fosse cresciuto con l’unica aspirazione di diventare velina,sposare un calciatore e vivere di rendita???Per cui tutto questo sfoggio di accessori e abiti griffati (che poi,mie care,lo sappiamo tutte che esiste Ebay e Ioffer…) non fa altro che alimentare nelle sue followers queste convinzioni:se non hai una Chanel a 20 anni sei una sfigata.Peccato che difficilmente a 20 anni si possano spendere 2000 e passa euro per una borsa…Io sono appassionata di Balenciaga,non per questo chiederei ai miei genitori 1500 euro per una borsa.Scusate ma mi sentirei troppo in colpa.
    Chiara Ferragni ormai vive una vita finta in tutto e per tutto,il giorno in cui (spero per lei non debba succedere) dovrà farsi il mazzo per arrivare a fine mese forse venderà la sua Nikon D90 e capirà che per essere una Fashion Icon non basta avere la carta di credito del papi.
    (Adesso linciatemi pure….)

    • 8 gennaio 2010 15:02

      Applausi Haila!
      Anni fa non l’avrei mai detto, ma forse la severità dei miei, il fatto di avere una paghetta proporzionata alla mia età.. beh, saran sembrati brutti allora, ma il loro lavoro l’han fatto.

      • haila permalink
        8 gennaio 2010 15:05

        Ad ogni età è giusto che le cose siano proporzionate…che senso avrebbe a 15 anni andare a giro con un Vuitton?Penseresti che tutto ti è dovuto e non è così,i genitori lavorano sodo per non farci mancare nulla,chiedere troppo mi sembra una carognata!

    • Candies permalink
      8 gennaio 2010 15:34

      non hai capito. io ho detto che lo stile non è uguale! io parlavo di gamma di colori ecc.
      se sai abbinare 4 stracci del mercato sai abbinare tutto!
      per me quello è stile!
      ovvio che se ti prendi cose di valentino che sono gia’ stupende da se e scarpe da 500€ abbinarle è una cazzata.
      poi cmq c’è anche gente che sta bene con tutto e fa risaltare lo straccio del mercato…e chi indossa un valentino e non si nota neanche.
      x me è quello lo stile!!!!

      • haila permalink
        8 gennaio 2010 15:54

        Ecco…io in lei di stile ne vedo ben poco.Per me lo stile è personale,è osare e giocare con la moda,èsperimentare…in lei non vedo nulla di tutto ciò.Vedo semmai una collezione infinita di scarpe dello stesso colore della borsa e nessun cenno ad un suo stile personale.Per me lei “accozza” roba…che riesca ad accozzarla decntemente poi è un altro discorso,in fondo Madre Natura le ha voluto bene e quindi anche un jeans e una tee sembrano più belli su una stanga bionda di 1.80.

    • Nicole permalink
      17 gennaio 2010 20:00

      sinceramente?non credo viva una vita finta. lei ha ed è quello che ha ed è.Ha un ragazzo belloccio con una casa stupenda, i suoi la mantangono e ne mantangono le spese folli,è carina e magra,non credo mostri ciò che non ha e che non è.. credo che autocelebri continuamente queste cose,e che ne faccia un modello vincente. questo è sbagliato, ma non la sua vita in sè, che in generale trovo volgare, realissima, e per questo volgere. non puoi non avere nemmeno un sussulto morale nello sputtanare tutti quei soldi, nel vivere in maniera così eccessiva. magari fosse finta! un sacco di gente vive così, un sacco di genete ha troppo, e invece di goderne in maniera moderata, ne fa un eccesso continuo.
      lei crede davvero che sia fico e strepitoso sputtanare i soldi così e vive nel mostrarlo. io lo trovo volgare e poco dignitoso.

  9. 8 gennaio 2010 15:06

    Una fotografa?!?!?

    Ma se lei è in tutte le foto! Chi le scatta? Il modello?

    ahah

    Non pensavo comunque che esistesse questa ragazza… Ora che lo so… Mi viene un nervoso a vedere che c’è gente che non fa un ca**o tutto il giorno e ha più soldi di tutti noi da sperperare in vestiti e viaggi…

  10. Gloria permalink
    8 gennaio 2010 15:07

    Intanto però si continua a parlare di lei..🙂

    Per me gente così andrebbe ignorata e basta, la popolarità deriva tanto dai lovers quanto dagli haters.

    Un abbraccio

    • Marta permalink
      8 gennaio 2010 15:32

      Questo è verissimo, ma ritengo che, al di là di lovers e haters (e io non mi inserisco in nessuna delle due categorie, sono solo un’inutile spettatrice) sia davvero il caso di intavolare una discussione sull’influenza mediatica che ha, perchè è preoccupante. A costo di farle ulteriore pubblicità.

      In più, credo che farle pubblicità non possa che fare bene anche a noi. Lo stuolo di adepte che si trascina dietro può essere tranquillamente considerato come selezione naturale…

      • Nicole permalink
        17 gennaio 2010 20:02

        chiara, se leggi (e sicuramente leggi,quante volte al giorno digiti il tuo nome su google?) ti prego replica!non ci trattare come stronze invidiose (che non siamo,giuro!), dimostra che la sostanza c’è e confrontati con noi!

  11. Misskiki permalink
    8 gennaio 2010 15:17

    Chiara Ferragni è un prodotto del web.Il web è aleatorio,nulla di quello che oggi è così “in” o “out” ci sarà fra qualche anno,o,addirittura,fra qualche mese.
    Non la invidio,la sua vita mi fa una tristezza immensa e lei mi fa ridere.E’ tutto quello che io non voglio essere ora né vorrò essere mai.E’ una barbie di plastica di cui è divertente parlare,ma di cui non gliene frega nulla a nessuno.E’ una moda:guardando la cosa da fuori,non trovate il tutto molto patetico?

  12. bravissima6 permalink
    8 gennaio 2010 15:23

    Bè direi che è già stato detto tutto,il mio pensiero è in linea con il vostro…Quelle di Chiara sono foto di outfit carine,ma niente di piu…lei non è una fotografa,al max una modella…i suoi video fanno sorridere,ma lei non è una regista e quella non è arte…Ovvio che si gasa se ha uno stuolo di ochette che pendono dalle sue labbra e la difendono a spada tratta…Ma sono proprio quelle che stanno veramente messe male,l’apparenza non è tutto,e prima lo capiscono meglio è…

  13. 8 gennaio 2010 15:44

    Quello che dice Marta,ovvero parlare dell’impatto sociologico che sta avendo,era appunto il mio obiettivo fin dall’inizio,come avrete potuto leggere.
    Parlare di lei le fa pubblicità,ma pazienza..

  14. francy permalink
    9 gennaio 2010 10:17

    ahah che poi io mi son sempre chiesta (non solo nel suo caso, anche nel blog di Betty o Style Scrapbook.. per quanto queste ragazze mi piacciano già di più) chi sono quei poveri cristi costretti a seguirle TUTTI i santi giorni per immortalarle??

    Vabeh io continuo a restare fedele a The sartorialist o Garance Doré.. in cui almeno chi si definisce “fotografo” fotografa gli altri e non si fa fotografare😄

  15. Eleonora permalink
    9 gennaio 2010 13:58

    non capisco perchè quando si pone una critica (che può anche essere costruttiva) tutti devono pensare subito all’invidia.
    non vedo cosa dovrei invidiare a Chiara,non mi soffermo su un bel faccino o su un fisico asciutto.
    è chiaro che nei blog di moda ciò che subito esce allo scoperto è indubbiamente la parte estetica,quindi vestiti e accessori ma è bello vedere come tante blogger riescono a rendere tutto questo con un pizzico di più “spessore” aggiungendo magari tante altre cose con un briciolo di creatività.
    purtroppo è sconvolgente come certe ragazze vanno dietro a chiara uscendosene con dei commenti ai limiti del ridicolo come ad esempio:oddio sei una favola tesorina amorina cicci cocco…è più sconvolgente leggere cose del genere che vedere le foto che fa l’autrice.
    io personalmente non amo il suo tipo di moda,è assolutamente asettica e priva di creatività:avere dieci balenciaga di tutte le tonalità non è stile,è semplicemente essere bacati nella testa,ditemi:questa è fantasia?
    dai per favore,c’è ben altro nella vita.

    • 9 gennaio 2010 18:55

      “non capisco perchè quando si pone una critica (che può anche essere costruttiva) tutti devono pensare subito all’invidia.”

      E’ appunto questo che le sue “fans” non capiscono.

      • haila permalink
        10 gennaio 2010 01:41

        Ma scherzi davvero???se osi solo nominarla vieni subito tacciata di invidia/gelosia/non avere una vita…Per fortuna viviamo in un paese democratico (almeno all’apparenza) dove si può esprimere la propria opinione,pare però che sullo stream/blog di Chiara tutto ciò non sia possibile senza che esca nel mezzo la parola invidia.Io al massimo le posso invidiare il conto in banca,non di certo la vita…

  16. Eleonora permalink
    10 gennaio 2010 22:56

    sono lobotomizzate,ecco tutto.che tristezza!

  17. Bambi permalink
    26 gennaio 2010 21:00

    Premetto che quoto in pieno tutte…
    Chiara ha cercato di fare qualcosa per renderla popoloare: immagini carine, simpatiche, borse chanel(discuterei anche sull’originalità di quest’ultime),e gioielli tiffany(anche tarocchi perchè no,basta guardare il bracciale col cane che non esiste).E’ popolare proprio per questo, vuole sembrare una ereditiera come la Hilton, fa anche brutte figure perchè se vuole sembrare tanto ricca come sembra, non dormiva in una brandina e poi comprarsi un letto da ikea…spero che la gente prima o poi se ne accorga di tutto questo

  18. Sara permalink
    26 gennaio 2010 22:36

    oggi ha fatto anche un video che è penoso. ma non ha altro da fare questa ragazza?
    Cosa non si fa per mettersi in mostra.
    A me fanno troppo girare tutte quelle ragazze che non si rendono conto di quanto sia falsa. Tutto il suo mondo è fasullo. Le poche cose che possiede non false, ce le ha perchè le sono state regalate dal fidanzato, un bamboccio che lei ha completamente plasmato.
    Non parlo per invidia perchè oggi mi ha fatto proprio pena, con quel video, ha una vita vuota poveretta, senza internet e il suo blog e le foto, cosa farebbe?
    Per favore fate qualcosa, almeno per quelle tre ragazzine che ci credono!

  19. cippi1987 permalink
    31 gennaio 2010 19:29

    Io l’ho conosciuta, dal momento che faccio la sua stessa università. Ti posso assicurare che in Bocconi c’è da studiare e personalmente mi faccio un mazzo assurdo per stare al passo con gli esami. La Ferragni ha molti esami indietro e frequenta un corso non molto difficile. In un’università viene considerata una deficiente e chiunque la conosca in modo più dettagliato sa che le borse sono false, tranne quelle regalatele dal fidanzato, dorme in un buco di appartamento in una camera doppia. Pensate che ha hciesto ad una mia amica di prestarle una borsa per fare delle foto!
    Cmq peggio di lei ci sono le sua fans, che mi fanno sinceramente orrore, e i suoi 4 amichetti che si credono i padroni del mondo.

    • 31 gennaio 2010 19:57

      Ma infatti mi pareva tutto molto strano.. anch’io ho amiche in Bocconi, e devono darsi veramente da fare per starci dietro.. figurati che la mia migliore amica a dicembre è uscita solo il giorno di Natale e quello di Capodanno.. ancora un po’ non ha il tempo di vivere!

  20. Nicole permalink
    1 febbraio 2010 13:44

    che meraviglia..le borse false..ahhahha questa ragazza quantomeno è un genio allora! perchè fa sembrare tutto MOLTO REALE.. dicci di più cippi!
    ps.cmq ogni università può essere faile o difficile, dipende da come e quanto si studia, da quanto ci si impegna.. ci sono tante troppe storie attorno ad università come la Bocconi.. chi si fa il mazzo si fa il mazzo, ovunque sia..

    • 2 febbraio 2010 00:25

      Su questo non c’è dubbio.. come da ogni parte c’è chi riesce con un determinato sforzo, e chi invece riesce a prendere tutto molto più tranquillament!

  21. Desirèè permalink
    11 febbraio 2010 00:17

    oh ragazzi ,
    ma lei è ESATTAMENTE da quando aveva 16 anni che ha capito che la gente parlerà sempre e comunque ..
    ma figlia mia quanto fai ridere ,
    non è che sei diventata “famosa” per qualche dote particolare che hai ,
    te la sei andata a cercare ,
    stando giornate intere a postare foto e commenti su un computer e passando altre giornate intere a farti fare foto ..
    poi fa la superba quando le dicono qualcosa di “cattivello” o quando la prendono per il culo ..
    dovrebbe svegliarsi ,
    perchè la gente che conosco che la conosce (direttamente ,di vista o tramite il suo blog) la prende per il culo assai .
    stà diventando la caricatura di sè stessa ,
    le persone che commentano sono sempre le solite 4 17enni ,
    la sua amica a me sembra che la imiti ,
    iniziando pure lei un blog ,facendosi fotografare anche lei dal suo ragazzo( giusto un pò bruttino eh..) ,facendosi fare le foto come lei nei particolari oggetti che indossa ,ovviamente facendosi mettere capelli (finti)lunghi e biondi come la sua amica ..
    ma che persone le girano intorno ??

    ahiahi oltretutto ..
    visto che starà leggendo ..
    meno photoshop (dillo anche alla tua amica ) e una visita dal dermatologo perchè la tua faccia a chiazze rosse quando compaiono foto non modificate è un pò inguardabile🙂

    Ciao a tutti
    Desirèè

  22. L'avvocato del diavolo permalink
    14 febbraio 2010 19:28

    ciao a tutte,
    secondo me Chiara se la tira parecchio e mi è anche diventata antipatica, però sono obiettiva.

    ha tanti difetti. E’ narcisa, esibizionista, vuole sempre stare al centro dell’attenzione, è chiaro che chi è brutta non lo può fare, a meno che non voglia essere accusata di essere ridicola. Alcune, brutte, lo fanno lo stesso, fregandosene, ma sono oscene e non si possono guardare! E’ goffa, lo dice anche lei e i suoi amici, e si vede nelle foto che non è molto a “modino”. ma questo lo ammette da sola e ne è consapevole lei stessa. Se ne sbatte degi altri, essendo narcisa, pensa solo a se stessa e a mettersi in mostra.

    Ma, dico ma, sono pur sempre l’avvocato del diavolo e vi dico, che comunque, per quanto riguarda le gambe storte, secondo me le ha così per la posa che assume per fare le foto. sono delle bellissime gambe lunghe che tutte noi vorremmo avere.
    E’ alta, chi è alta un metro e un tappo non vorrebbe essere come lei?
    ha un bellissimo fisico e anche il viso da bambola.
    Avrà il viso a chiazze rosse, io sinceramente non l’ho notato tanto. Ma nessuno è perfetto. Alcune persone che hanno commentato questo post le ho viste, e sinceramente non è che si possano tanto permettere di criticare una bella ragazza come Chiara. Vorrebbero avere il suo viso!
    onestamente se questa non è invidia, non saprei comunque come chiamarla.
    per quanto riguarda i tarocchi “veri o falsi” che siano, c’è chi critica e poi ti ritrovi quei nick che l’hanno criticata, nei siti di ebay uk o altri siti che vendono roba tarocca per comprare le stesse cose che indossa lei.
    Ha degli occhi celesti bellissimi, percarità sono belli anche gli occhi scuri.
    Gli abiti li sa abbinare abbastanza bene, a me piace molto.
    Sta diventando famosa e questo rode a molte.
    Chi non riesce ad arrivare all’uva dice che è acerba.

    per cui se questa non è invidia cos’è?
    Con tutti i difetti che ha chiara, e che abbiamo tutti, bisogna imparare un po tutti ad essere obiettivi.

  23. nadia permalink
    17 febbraio 2010 12:41

    ciao ragazze,
    lei è una povera disperata che non si compra nulla. Le cose che ha le vengono regalate. e le poche cose che si compra, con le paghette, se le compra in negozi dozzinali, che vendono roba scadente. una persona che ha soldi non si veste in quei negozi.
    non lavora per quanto ne so io.
    ma si fa pagare in altro modo, informatevi bene.
    fa finta che persone come noi non la disturbino, invece da narcisista come è lei rosica eccome!
    Non ti accorgi chiaretta che alcune non ti commentano più? siamo noi che ti abbiamo conosciute, per quella che realmente sei, una falsa ipocrita, che non hai solo le borse tarocche ma che ti tarocchi anche il viso, le foto che ti fai sono tutte ritoccate, anche un bambino di sei anni se ne accorgerebbe.
    ma non hai dignità?
    prima o poi tutti si accorgeranno chi sei veramente.
    Attenta a non cadere dal quel piedistallo su cui tu sei salita, potresti farti molto male…

  24. Nicole permalink
    17 febbraio 2010 13:25

    Oddio oddio, calma.
    Non passiamo a cose così pesanti. Su dove trovi i soldi Chiara credo siano fatti soi e millantare una cosa del genere (si fa pagare in altri modi) mi sembra davvero eccssivo. Che sia vero o meno, questo si chiama diffamazione, ed è un reato tutelato dalle leggi. Non è che essendo su internet possiamo fare e dire tutto ciò che ci pare. Co questo niente contro di te Nadia, solo stiamo attente a quello che diciamo e cerchiamo di essere più rispettose, me in primis eh.
    Per quanto riguarda l’Avvocato del Diavolo, sono d’accordo con te.. è una ragazza molto carina, indubbiamente, è troppo magra -secondo i miei gusti-ma ha un fisico snello e slanciato, proporzionato, le gambe sono lunghe e magre, e pure se fossero un poco storte (ma credo sia un effetto ottico delle foto, e cmq le gambe lunghe e magre spesso sembrano storte), e anche se il viso fosse ritoccato in foto (così sembra) rimane cmq un bel viso, dai tratti regolari e proporzionati.
    Può essere che in qualche commento ci sia un po’ di sana invidia, ma.. che male c’è? We’re only human!🙂
    Il fatto di poter provare un po’ di invidia nn toglie cmq la veridicità di certe “critiche” che le vengono fatte.. è una egoriferita esibizionista palese, e il suo blog è utile solo a farsi promozione, a farsi vedere, e, x come la penso io, nn ha niente a che vedere con la moda, con “i discorsi, le riflessioni sulla moda”, e non è una fashion blogger come lei ama definirsi. Non dice niente di stile e moda e parla solo di sè. Questo non è opinabile: è un blog su se stessa, di cui lei è la fan numero uno. E anche se mi piace come si veste (indipendentemente da come quando quanto compra) NON mi dice niente di stile moda e ispirazione.

  25. nadia permalink
    18 febbraio 2010 12:11

    Ciao Nicole,
    in effetti quello che ho scritto potrebbe essere frainteso.
    intendevo dire “che si fa pagare in altri modi” nel senso che:

    1 molta roba che indossa, come borse e altro le vengono regalata dal suo ragazzo, per il resto si arrangia comprando abbigliamento poco costoso. Tutto per far credere di essere una milionaria-riccona-ereditiera, stile Paris Hilton.

    2 forse nessuno lo sa, ma lei fa credere che i suoi acquisti siano comprati da lei. Da furbetta, si è inventata un personaggio, per farsi regalare oggetti e altro.
    Conosco una persona, che abita a Milano, che le ha chiesto il favore di indossare dei gioielli e lei le ha detto di regalarle la roba e che lei l’avrebbe indossata nelle mise. almeno vi dico questo che mi hanno detto. la persona è affidabile, per cui non penso sia una diffamazione.

    2 inoltre, per fare le foto con gli oggetti indossati, che si fa regalare, si vocifera, che si faccia pagare o comunque chieda di farsi pagare. Voglia soldi in sostanza. Ecco quali sono gli altri modi in cui si fa pagare.
    giusto per chiarire.
    Queste sono le voci che girano su di lei a Milano.

  26. Nicole permalink
    18 febbraio 2010 13:15

    Grazie Nadia x il chiarimento🙂 era un po’ fraintendibile, soprattutto scritto, magari detto il tono sarebbe stato chiarificante🙂
    Grazie ancora quindi.
    sul fatto delle voci, boh.. molto spesso hanno solidi fondi di verità. ha trovato un bel modo per guadagnare.. beata lei🙂 grrrr

  27. 18 febbraio 2010 14:11

    Se queste voci sono vere, mi auguro che i soldi percepiti siano dichiarati…

    • 18 febbraio 2010 14:13

      Più che altro quello sarebbe da capire, soprattutto per le nuove leggi che ci sono..su ogni video di YouTube che parla di makeup ad esempio è necessario inserire un disclaimeer in cui si dichiara se si è pagati o meno, e se i prodotti sono stati regolarmente acquistati o regalati della casa produttrice. Sapere quanto un’opinione espressa è obiettiva non sarebbe male..

  28. nadia permalink
    19 febbraio 2010 20:55

    Miss Marlboro :Più che altro quello sarebbe da capire, soprattutto per le nuove leggi che ci sono..su ogni video di YouTube che parla di makeup ad esempio è necessario inserire un disclaimeer in cui si dichiara se si è pagati o meno, e se i prodotti sono stati regolarmente acquistati o regalati della casa produttrice. Sapere quanto un’opinione espressa è obiettiva non sarebbe male..

    ecco! lei non l’ha scritto…
    sempre per far credere di essere la Paris Hilton Italiana.
    Adesso si vuole anche far pagare, per farsi fare le foto, non le basta più averle gratis.
    e tutte che ci credono a tutte le cavolate che dice….povere ingenue

  29. nadia permalink
    19 febbraio 2010 20:57

    Miss Marlboro :Se le voci sono vere ha trovato un modo di guadagnare che piacerebbe a tutte noi credo..

    Si certo hai ragione in un certo senso, ma prendere per il culo tante sue lettrici non mi sembra un comportamento corretto.

  30. giulia permalink
    25 febbraio 2010 15:54

    che personaggio assurdo e problematico

  31. nadia permalink
    26 febbraio 2010 00:17

    prima o poi la verità viene a galla.
    E’ una piena di sè che fa finta di essere dolce e gentile.
    Io spero che dopo che molte persone hanno letto il suo post con l’abito a fiori, dove non si è abbassata a mettere il link di noi bloggher, la ridimensioni.
    Non è quello che vuol far credere di essere.
    APRITE GLI OCCHI!

  32. nicole permalink
    26 febbraio 2010 09:27

    nadia anche tu blogger? fashion blogger o blogger “semplice”? linkati che ti vogliamo leggere🙂
    cmq hai fatto luce su un aspetto che io, nella mia ingenuità, nn avevo notato ma in effetti..quante volte dice: queste sono le creazioni di XY, visitate il suo sito.. io ho sempre pensato le avesse comprate lì e facesse volentieri un po’ di pubblicità.. invece sicuramente nadia è come dici tu, contatta la gente e si fa pagare x pubblicare sul suo blog foto in cui indossa questo e quell’altro. fa la testimonial insomma. in effetto su uno dei siti – qualcosa tipo kryplos- ci sn le sue foto cn addosso cerchietti e collane e tee.. ecc ecc.
    dubito che una come lei faccia “beneficenza” e faccia usare la sua sacra immagine aggratis.
    chiara, basta dichiararlo, se nn al Fisco, almeno a chi ti legge. Mi hanno detto che l’onesta è una bella cosa..

  33. nadia permalink
    26 febbraio 2010 22:33

    nicole :nadia anche tu blogger? fashion blogger o blogger “semplice”? linkati che ti vogliamo leggere cmq hai fatto luce su un aspetto che io, nella mia ingenuità, nn avevo notato ma in effetti..quante volte dice: queste sono le creazioni di XY, visitate il suo sito.. io ho sempre pensato le avesse comprate lì e facesse volentieri un po’ di pubblicità.. invece sicuramente nadia è come dici tu, contatta la gente e si fa pagare x pubblicare sul suo blog foto in cui indossa questo e quell’altro. fa la testimonial insomma. in effetto su uno dei siti – qualcosa tipo kryplos- ci sn le sue foto cn addosso cerchietti e collane e tee.. ecc ecc.dubito che una come lei faccia “beneficenza” e faccia usare la sua sacra immagine aggratis.chiara, basta dichiararlo, se nn al Fisco, almeno a chi ti legge. Mi hanno detto che l’onesta è una bella cosa..

    Volentieri un pò di pubblicità?
    Non la conoscete ancora! E’ molto peggio!
    Sfrutta le persone, è arrogante e si è montata la testa.
    Lei ora è una DIVA al di sopra di tutti, se la tirava anche prima, ma adesso è uscita la VERA Chiara.
    nel video, che ho visto adesso è tutta butterata, non ci volevo credere, avevano ragione quelli che l’avevano detto tempo fa, pensavo fosse una cattiveria, mentre è vero!
    ma se si photoshoppa tutte le foto è come se fosse tutta rifatta no? Quindi finta e fasulla, sia fuori che dentro.
    Sono felice che posso esservi d’aiuto, per conoscerla meglio. Avevo un blog tempo fa, adesso ho chiuso, comunque non mi è piaciuto per niente come ha trattato le bloggher, ha dimostrato quella che è.

    • 27 febbraio 2010 00:36

      Effettivamente anch’io su questo punto non ero totalmente convinta, ma dopo aver visto l’intervista online sul sito della repubblica ho avuto la conferma..

      Continuo a pensare comunque che il problema non sia lei, che può fare quello che vuole, ma tutte le bambinette che si fanno intortare dalle sue favolette 2.0… dite che si renderanno mai conto che sono solo prese in giro?

  34. 2 marzo 2010 20:32

    quella persona è deprimente.

  35. blisset permalink
    3 marzo 2010 04:47

    finalmente un parere sensato sul web..credevo che le persone intelligenti fossero in via di estinzione….

    la fotografia oggi è letteralmente massacrata, la Ferragni è un pessimo esempio in quanto non è nemmeno presa la briga di leggere il manuale delle istruzioni, di comprarsi che ne so..un libro o cercare con un po ‘ umiltà (caratteristica che sospetto non le appartenga) di imparare.

    E’ vero che oggi tutti con le reflex entry level producono foto oscene ma è pur vero che ci sono anche tante persone che fanno uno sforzo, si documentano, imparano, seguono corsi e se poi la passione è davvero grande e c’è un po’ di talento (assente nella Ferragni che di occhio fotografico non ne ha ed è priva di idee suppongo perchè troppo infarcita di superficiali stereotipi, cultura dell’immagine assente o livello rivista di moda dozzinale) queste persone ne fanno anche una professione

    Mi permetto di dire una cosa in merito alla prima parte del tuo articolo però, non è detto che tutti e dico tutti debbano per forza invidiare solo le persone di un certo tipo, la Ferragni è una ragazza molto giovane, ma chi ha ormai passato quell’età ed è cresciuto e maturato sa che nella vita non è il gadget, la scarpa dello stilista o il fidanzato bambolotto, avere le gambe magrissime e lunghe a renderti felice

    E’ vero che la nostra (italiana) è ormai una società depauperata di tanti valori, però non bisogna generalizzare, chi considera questi valori come degni di invidia è a sua volta immaturo

    Concludo dicendo che teoricamente questi fenomeni del web che cercano spasmodicamente la celebrità,il successo e la visibilità (il web è pieno in ogni campo,purtroppo anche in quelli più “nobili” tipo l’arte) sono nella maggiorparte dei casi costruiti sul nulla, si pensa che sfruttando la rete si salti tutto il lavoro e la fatica nonché la preparazione che sta alle spalle dei veri professionisti, perchè in realtà la sostanza è davvero poca.

    Non vi preoccupate se siete persone che si sanno veramente vestire, se avete una vera passione per la moda, se avete studiato moda, se siete dei veri fotografi..tutte queste persone passano,come l’acqua sotto i ponti o tutto quello a cui possono aspirare è andare in tv.

    Io non pongo come massima aspirazione notorietà fama e successo però il guaio è che nel nostro paese ormai più sei poco preparato più vieni preso in considerazione, con il risultato di creare continuamente dei modelli di riferimento desolanti e che ormai soltanto la controcultura e la cultura di nicchia siano le uniche risorse di qualcosa che non contribuisca al sonno della ragione.

  36. 3 marzo 2010 15:54

    Io seguo Chiara quasi giornalmente, più che altro per abitudine. A volte mi piace a volte no, come succede con tutte le blogger che vedo.
    Lei mostra quel che ha, come ha detto qualcuno sopra, ma lo mostra “troppo”: come cavolo si fa a passare tutti i giorni tutta la giornata a fotografarsi? o_o Non mi piacerebbe vivere la mia vita in funzione del blog, in modo da avere sempre nuove foto sulla mia vita da mostrare! Capisco che sia questo che la sta rendendo famosa, ma è un po’ stupido far ruotare tutto intorno a una pagina da aggiornare ogni giorno.
    Se c’è una cosa che non sopporto, però, è la cattiveria gratuita. E su di lei ne ho visto taaanta. Si può commentare e criticare come si è fatto qua, ma la cattiveria tanto per prendere in giro mi sembra stupida. Ci si reputa superiori per poi continuare a parlare di ciò che si reputa demenziale. Senza neanche rendersi conto che il più delle volte si fa pubblicità a quella stessa persona…
    Ma finché non mi rompe le balls penso che continuerò a seguirla, perché tanto male non mi fa. E non penso che ci sia questo grande fenomeno sociale (o sociologico? Bo!)dietro.

  37. Nicole permalink
    4 marzo 2010 01:12

    mio dio..la ferragni al chiambretti night.. nn ci posso credere.. a dire le solite baggianate, la solita aria fritta.
    non sa nemmeno commenytare un abito!
    le hanno chiesto di giudicare gli outfit di mischa barton ospite della serata e lei”quest’abito è bello xchè mi piacciono gli abti corti, sono GIOVANILI”..
    tavi gavinson nei suoi 13 anni ha molti più riferimenti culturali e della storia della moda da citare di lei.. che di anni ne ha parecchi, parecchi di più.
    santo cielo, sono sconvolta.. ma che fashion blogger è una che nn sa spiccicare parola su un abito? che sa solo dire che quel missoni fa sembrare mischa più grassa?? ma cavolo quello lo so dire anche io che di moda nn capisco e non so NULLA! non ha niente da dire, non ha niente da dire, e secondo me ha fatto una figura di m.. epocale.. epocale..
    Questa va in giro a parlare di moda e nn sa cosa dire.. io sono sconcertata..
    —nn mi esprimo sulla sua assente telegenia, nè sull’outfit scelto (banalissimo, e nemmeno le stava bene)—-

  38. Nicole permalink
    4 marzo 2010 01:16

    no giuro sono basita, non mi capacito, è patente che sta ragazza non ha NIENTE da dire, NIENTE da insegnare, NIENTE da far invidia, NIENTE x cui il fashion system possa sentirsi minacciato e/o ispirato..

    io nn so più cosa dire. no davvero se addirittura dopo i front row delle sfilate si becca pure la presenziata prima a le repubblica poi a studio aperto e adesso pure al chiambretti.. io.. devo nn aver capito niente io a sto punto.
    no giuro, ha vinto lei. ci sbagliamo tutti. in realtà è una grandissima. che devo dire. no giuro. io.. scolvolta. io.. interdetta. io.. boh.

  39. acqua lete permalink
    4 marzo 2010 15:51

    ma sì ma chissenefrega, la Ferragni è la solita fighetta di provincia trapiantata a Milano che nella vita ha come unico valore i soldi e l’ostentazione, diventare qualcuno, ricalcare dei modelli fatui e privi di spessore (e aggiungo di cultura), il vuoto pneumatico totale, aspirazione massima andare in tv, sedere di fianco a una con problemi di droga diventata famosa con un telefilm per adolescenti ritardati come la Barton (sai che idolo)…magari spacciarsi per quella che non è come tutte quelle che passano in tv senza una ragione vera, come le pseudo artiste, le pseudo opinioniste, in Italia basta che sei una bella ragazza (ovviamente dentro certi canoni) e ti fanno andare ovunque, è un paese maschilista e retrogrado, siamo ormai distanti anni luce dal resto del mondo.
    Persone che se gli chiedi una cosa culturale cadono dal pero e non sanno niente, vuoto vuoto vuoto, questa è l’Italia, questa è la gente che finisce alla ribalta, che tristezza.

  40. acqua lete permalink
    4 marzo 2010 15:56

    rocknrollbaby; :Io seguo Chiara quasi giornalmente, più che altro per abitudine. A volte mi piace a volte no, come succede con tutte le blogger che vedo.Lei mostra quel che ha, come ha detto qualcuno sopra, ma lo mostra “troppo”: come cavolo si fa a passare tutti i giorni tutta la giornata a fotografarsi? o_o Non mi piacerebbe vivere la mia vita in funzione del blog, in modo da avere sempre nuove foto sulla mia vita da mostrare! Capisco che sia questo che la sta rendendo famosa, ma è un po’ stupido far ruotare tutto intorno a una pagina da aggiornare ogni giorno.Se c’è una cosa che non sopporto, però, è la cattiveria gratuita. E su di lei ne ho visto taaanta. Si può commentare e criticare come si è fatto qua, ma la cattiveria tanto per prendere in giro mi sembra stupida. Ci si reputa superiori per poi continuare a parlare di ciò che si reputa demenziale. Senza neanche rendersi conto che il più delle volte si fa pubblicità a quella stessa persona…Ma finché non mi rompe le balls penso che continuerò a seguirla, perché tanto male non mi fa. E non penso che ci sia questo grande fenomeno sociale (o sociologico? Bo!)dietro.

    secondo me il tuo è il classico atteggiamento passivo di chi ha smesso di farsi domande e preferisce coltivare il suo orticello, è desolante che tu mostri disinteresse confondendo fenomeno sociale e sociologico, non prenderla sul personale ma penso che sia anche per colpa di questo sonno della ragione che l’Italia si è ridotta in questo modo, al di là del discorso sulla Ferragni, è questo dormire, questo accettare passivamente le cose fintanto che non ci disturbano, azzerare lo spirito e la vivacità critica, lasciare che siano gli altri a decidere.

    • 4 marzo 2010 16:23

      Premetto facendo un mea culpa: non conosco la differenza tra sociale e sociologico. Però nel mio commento precedente ho scritto quel “Bo!” per chiarire che non ci vedo un fenomeno di nessun tipo. Forse questo l’ho capito solo io, però :°D
      Detto ciò, appunto perché reputo poco importante il blog della Ferragni, non ci bado molto. Ovvio che se Chiara o chi per lei poi venisse a rompermi le scatole la cosa mi interesserebbe un pochino di più, visto che mi riguarderebbe in prima persona.
      Per il resto puoi anche aver ragione, ma non credo di essere un esempio di un’Italia assopita. (:

  41. Nicole permalink
    4 marzo 2010 16:20

    acqua lete, non potrei essere più d’accordo. è un discorso che vale in generale, il tuo. quoto in pieno.

  42. acqua lete permalink
    4 marzo 2010 21:14

    rocknrollbaby; :Premetto facendo un mea culpa: non conosco la differenza tra sociale e sociologico. Però nel mio commento precedente ho scritto quel “Bo!” per chiarire che non ci vedo un fenomeno di nessun tipo. Forse questo l’ho capito solo io, però :°DDetto ciò, appunto perché reputo poco importante il blog della Ferragni, non ci bado molto. Ovvio che se Chiara o chi per lei poi venisse a rompermi le scatole la cosa mi interesserebbe un pochino di più, visto che mi riguarderebbe in prima persona.Per il resto puoi anche aver ragione, ma non credo di essere un esempio di un’Italia assopita. (:

    infatti era generale, per carità, ho capito quello che intendevi in generale nel tuo intervento, spero di non averti offesa in qualche modo, però comunque quello che voglio dire è che come tu dici giustamente alcuni commenti sono solo una bassa manifestazione di invidia e cattiveria, altri però nascondono una certa preoccupazione sociale e sono più profondi, e credo che sia giusto così, interrogarsi su larga scala sulle cose, senza dare tutto per scontato e chiedendosi il perchè di certi atteggiamenti e fatti sia da una parte che dall’altra

  43. fede permalink
    19 luglio 2010 23:20

    scusate eh ma a volte mi cadono le braccia.
    Trova che abbia classe e stile, poi sicuramente è viziata e tutto il resto, ma questo è un’altra storia. Non tutte con i suoi soldi riuscirebbero a vestirsi cosi. E non ci pensa neanche tutto il gg visto che studia. Poi abbiate la decenza almeno di ammettere che è una ragazza molto bella. Mamma mia ragazze che invidia che trapela…siete talmente invidiose che non riuscite neanche ad ammetterlo a voi stesse!!

  44. elisa permalink
    10 dicembre 2010 13:49

    la ferragni ormai la conoscono tutti e questa??http://martinathesolarflare.blogspot.com/ un nuovo esercito si sta formando. sempre peggio

  45. 2 ottobre 2011 09:08

    Chiara Ferragni è una ragazza cremonese a tutti gli effetti, provinciale spacciarsi per milanese solo xchè la madre è di casalpusterlengo……..anche questo denota la sua immaturità. Risulta acerba, superficiale, scontata e banale, se il suo modello è “Paris Hilton”……..auguri……….

  46. Fabio permalink
    6 aprile 2012 09:26

    Mi rendo conto che questo articolo sia un po’ datato, ma dico comunque la mia. Sono un ragazzo di 27 anni ed ho scoperto l’esistenza di questa tizia solo ieri, per puro caso; incuriosito dalla marea di insulti che questa ragazza sembra ricevere quotidianamente ho dato un’occhiata ai suoi video, al suo blog ed agli articoli che, nel bene o nel male, la prendono in considerazione.
    Cosa dire… scarse abilità linguistiche, competenza nulla, poca passione per ciò che fa, inglese maccheronico, smania di apparire, ecc… ma lo sapevate già immagino.
    Ho trovato divertente il meccanismo tale per cui chiunque la critica sia automaticamente invidiosa, come se oltre alle critiche mosse da sentimenti di invidia (che sicuramente esistono) non esistessero le critiche per qualcosa di oggettivamente osceno. Dico oggettivamente perché la bellezza non è sempre soggettiva.
    Da uomo poi mi spiego ancora meno dell’autrice del perché una ragazza tale possa diventare popolare. Davvero c’è bisogno di consultare un blog per vestirsi bene?
    Non dimenticate infine che dietro a tutto questo girano tanti soldi, che la rendono semplicemente una testimonial dei prodotti che indossa.

  47. 9 luglio 2012 11:45

    That is a good tip particularly to those fresh to the blogosphere.
    Brief but very precise information… Thanks for sharing this
    one. A must read article!

  48. 24 ottobre 2012 01:43

    Very good blog! Do you have any hints for aspiring writers?
    I’m planning to start my own website soon but I’m a little lost on everything.
    Would you recommend starting with a free platform like WordPress or go for a paid
    option? There are so many choices out there that I’m totally overwhelmed .. Any tips? Appreciate it!

  49. 5 aprile 2013 05:15

    With havin so much content do you ever run into any issues
    of plagorism or copyright violation? My blog has a
    lot of unique content I’ve either written myself or outsourced but it appears a lot of it is popping it up all over the internet without my authorization. Do you know any techniques to help protect against content from being stolen? I’d definitely appreciate it.

  50. 8 aprile 2013 09:45

    It’s very trouble-free to find out any topic on web as compared to books, as I found this post at this website.

  51. 19 giugno 2013 15:57

    合理的である再開Momクローゼット深く掘る私を確認して彼女はいた以上いくつか季節価値に接続されているに見える?。それは最高ですでサインアップに彼女のメールリストで、地上彼女の国内ページニュースにマークをコレクション。

  52. 6 luglio 2013 07:01

    Provide anything else a little bit distinct?😉 As an example ,
    , information or perhaps resources on the subject of
    natural beauty tips pinterest. How can I sign up for your posts?

  53. 6 agosto 2013 21:27

    I loved as much as you will receive carried out right
    here. The sketch is attractive, your authored
    material stylish. nonetheless, you command get bought
    an edginess over that you wish be delivering the following.
    unwell unquestionably come more formerly again as exactly the same nearly very often inside case
    you shield this hike.

  54. 10 agosto 2013 05:46

    Helpful information. Fortunate me I found your website by
    accident, and I am stunned why this coincidence did not came about earlier!

    I bookmarked it.

  55. 21 settembre 2013 13:12

    Hey there, You have done a gredat job. I’ll certainly digg it and personally recommend to my friends.

    I’m sure they will be benefited from tis website.

Trackbacks

  1. Chiara Ferragni: fenomeno fashionblogger | Trashic
  2. Articolo 21 - Accidiosa V

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: